Da Vedere

Castello Chiaramontano

Si erge maestoso su uno sperone di roccia di circa 80 metri.Il maniero, mantenuto in ottimo stato, è visitabile tutti i giorni, tranne il Lunedì.All'interno da vedere la "Sala dei Baroni", con volte a crociera e finestre bifore, "La Sala d'Armi", le Scuderie, l'armeria, la cosiddetta "camera della morte", con insidiose botole, la "stanza delle tre donne" e il carcere feudale.

Cappella Gentilizia -Madonna del Riparo

La cappella fu fatta costruire, con il titolo di S. Maria del Rifugio, intorno al 1631 da Don Vincenzo Sorge Malaspina, utilizzandone la cripta per la sepoltura di famiglia. La scultura è opera del Biancardi, ed eseguita nel 1875 a spese di Vincenzo Sorge. Il titolo oggi usato è Madonna del riparo.
Nei pressi della Cappella c'è un apprezzato  Belvedere dove turisti e non, si fermano per riempirsi lo sguardo di Sicilia e scattare l'immancabile foto ricordo.
Madonna del Riparo.

Torre Civica

Svettante sugli antichi tetti dai coppi in argilla, la torre civica che ospita l'orologio comunale con la sua linea slanciata abbellita da merlature ghibelline in pietra (su un lato è presente una bifora che richiama quelle del castello Manfredonico- Chiaramontano), colpisce immediatamente gli occhi trasognanti del turista. L'originale torre venne eretta nel '500 da Don Cesare Lanza. Agli inizi del '900 è stata ricostruita quasi integralmente ed in cima è stato istallato un ottocentesco orologio a tre quadranti al fine di consentire la lettura dell'ora da tutti i luoghi del paese.

Venerdì Santo - la Crocefissione.

La Settimana Santa a ‪Mussomeli‬ coniuga folklore, tradizione e profonda fede cristiana.
A partire dalla sera del giovedì Santo tutto il paese entra in una sorta di pathos collettivo a cui le Confraternite danno forma e voce con le suggestive processioni, in pellegrinaggio di chiesa in chiesa. 
Il venerdì santo si apre con la processione della Madonna Addolorata, bellissima e commovente statua realizzata nel 1875 dal famoso scultore napoletano Francesco Biancardi.
La sera il Cristo viene deposto nella grandiosa Urna .Davanti ad essa sfilano le altre statue, ognuna delle quali è preceduta dallo stendardo e dalla confraternita della chiesa cui la statua appartiene.
La domenica di Pasqua, nel pomeriggio, in Piazza Umberto si fa la tradizionale “Giunta” con la liberatoria “annacata di li Santi” celebrando quindi la vittoria della vita sulla morte. La statua di Gesù risorto, della Madonna di Pasqua e di San Michele, s’incontrano tra l’allegria generale per poi sfilare in processione per le vie del paese fino alla chiesa Madre.

Madonna dei Miracoli

Un sito da visitare assolutamente è Il Santuario Diocesano Maria SS dei Miracoli.
La storia di questa chiesa è legata alla prodigiosa guarigione di un paralitico, che dopo aver dormito in una vigna nei pressi di Mussomeli , si risvegliò notando con grande stupore, che aveva l?uso delle gambe, gridando al miracolo.
Il proprietario del terreno scavò dove il miracolato aveva dormito, e trovò una lastra di pietra raffigurante una Madonna col bambino, tutt?oggi visibile presso la cripta del Santuario.
La Madonna dei Miracoli è stata proclamata Patrona di Mussomeli, da non perdere la festa in Suo onore tra l?8 e il 15 settembre, con l?imponente processione di fedeli.